Montessori - Il Decalogo dell'Educatore
Nei giorni scorsi, sfogliando gli appunti presi durante la mia formazione...
Steiner e Montessori: due metodi a confronto
Questi due personaggi, praticamente contemporanei, hanno lasciato un'impronta...

Roger Hargraeaves e i suoi Mr Men

 

RH

 

 

Nei giorni scorsi ho scritto, per WebMamans, un post su Roger Hargreaves ed i suoi personaggi, i Mr Men. In francese si chiamano i Monsieur Madame. In italiano… non credo esista una traduzione ufficiale (correggetemi se sbaglio).

I miei figli amano molto questi personaggi semplici e simpatici, ciascuno con una sua particolare caratteristica portata all’esasperazione. Spesso, leggendo le loro avventure, i bambini si identificano in questo o quel personaggio, o riconoscono altre persone nei comportamenti bizzarri dei Monsieur Madame.

Mmme

 

Le avventure di Mr Malchance (Mister Sfortunato), Mr Chatouille (Mister Solletico), Mme Canaille (Miss Pestifera)* e compagnia li divertono sempre un sacco. Visto il formato tascabile, questi sono tra i libri che in genere ci portiamo dietro quando siamo in viaggio.

Mentre cercavo informazioni su Roger Hargreaves e i suoi Mr Men, ho letto che nel 2001 il Sunday Times ha indetto un concorso nel quale si chiedeva ai bambini di inventare un nuovo Mr Men.

Vincitrice del concorso fu Gemma Almond, allora otto anni, con il suo Mr Cheeky (in italiano sarebbe più o meno “Mister Sfacciato”). Mr Cheeky divenne protagonista di un libro in edizione limitata, pubblicato per celebrare il trentesimo compleanno dei Mr Men.

 

MCheeky

Mi è sembrata una bellissima idea, da copiare assolutamente. Perché, allora, non creare i nostri personalissimi Mr Men?

Ecco i nostri M. Craquant (Mister Irresistibile) di Leonardo,

 

M. Craquant

M.
Brûlant
(Mister Bollente) sempre di Leonardo,

 

M. Brûlant

M. Volcan (Mister Vulcano) di Gloria,

M. Volcan


Mme Princesse Fée (Miss Principessa fata) di Gloria.

 

Mme Princesse FéeMme Princesse Fée

 

Mentre i bambini disegnavano, io tagliavo i quadrati dei loro Bai Jia Bei. Inutile dire che gli scarti di tessuto non sono passati inosservati…

**********

Se vi piace l’idea e decidete di crearei vostri Mr Men, non
dimenticate di mandarmi qualche foto (o di condividerle nel nostro gruppo flickr)!

Se non conoscete ancora i Mr Men, date un’occhiata al sito web (purtroppo solo in inglese o francese). Le versioni italiane dei libri di Hargraves le trovate qui (o in qualsiasi libreria ben fornita).

**********

*Le traduzioni qui riportate sono le mie, e potrebbero non corrispondere esattamente a quelle “ufficiali” adottate nelle versioni italiane.

 

Noi leggiamo i Monsieur Madame essenzialmente in francese, ma abbiamo anche qualche versione originale. Trovo che, grazie alla semplicità dei testi e alla brevità delle storie narrate, questi libricini siano particolarmente adatti alle famiglie bilingui o in generale a chi intende avvicinare i propri figli ad una lingua straniera. Devo segnalarli a Letizia

I libri di Roger Hargreaves in versione originale sono disponibili su Amazon.com.

 

Commenti

  1. dice

    Sí, molto simpatici, noi ne abbiamo alcuni in versione tedesca, come “Unser Herr Schussel” (tr. Il nostro signor Disordine). Impossibile non identificarsi con uno di loro ;)

  2. Elena dice

    noi abbiamo la versione in italiano! La maestra del nido di mia figlia le regalo’ Miss Precisetta alla fine dei due anni di nido. E ora anche il piccolo comincia ad apprezzare!
    Elena

  3. Giulia dice

    Noi abbiamo Mister divano che è stato regalato qualche anno fa al papà….in effetti ai bimbi piace molto! ;)
    Giulia

  4. dice

    conosco i Mr Men, sono molto divertenti!
    bello il nuovo template con le foto grandi e bella anche la nuova foto della testata, molto primaverile :-)

  5. Sara74 dice

    Ciao Claudia,
    vorrei chiederti un consiglio riguardo il bilinguismo.
    Lorenzo ha 3 anni e purtroppo non è nato in una famiglia bilingue. E’ italianissimo ma mi piacerebbe cominciare ad insegnargli qualcosa in inglese.
    Ho iniziato con i colori in inglese e come tutti i bambini li ha assorbiti in un nanosecondo.
    Io conosco l’inglese perchè lo utilizzo per lavoro ma ho un vocabolario limitato e non riuscirei a fare un discorso. Lo capisco però abbastanza bene.
    Cosa mi consigli di fare per un approccio corretto e utile? Qualche libro? DVD? Non so cosa è meglio fare.
    Ti ringrazio se vorrai darmi qualche dritta.
    Ciao
    Sara

Lascia un commento