Mamma Imaginarium e la Testimonial Ideale
Come già sapete, gli sponsor di questo blog sono selezionati in base ad...
I nostri dolci momenti con Kinder Diario
Nelle scorse settimane mi è stato proposto di testare la nuova app di...

Storie di Successo in Rete: Rémi Gaillard

.

Ho avuto occasione di conoscere Rémi Gaillard, tramite amici comuni, quando ancora non era famoso. Ora lo è così tanto che aspetto da mesi che mi conceda un’intervista ;-).  Ma siccome la sua storia la conosco, ho deciso di raccontarvela comunque.

Forse vi state chiedendo “Ma chi diavolo è questo Rémi Gaillard?”. Forse il suo nome non vi dice nulla e la sua faccia nemmeno, ma credo che la maggior parte di voi abbia visto almeno uno dei suoi video.

Da ragazzo, Rémi voleva fare il comico. Registrava video casalinghi insieme ai suoi amici e li spediva alle principali trasmissioni televisive francesi. Finché, un giorno, non ha visto i suoi sketch interpretati in tv da umoristi famosi.

Furioso, Rémi ha deciso di lasciar perdere la televisione e si è orientato verso il web. Mai decisione fu così azzeccata. Oggi il suo sito nimportequi.com (letteralmente suonerebbe come “unoqualunque.com” o qualcosa del genere) è uno dei più cliccati al mondo e gli ha fruttato collaborazioni in qualità di testimonial con grandi marchi come Nike, Orangina, eccetera. Molte trasmissioni sognano ora di ospitarlo, ma lui si fa desiderare. “J’emmerde la télé” (Più o meno “Al diavolo la televisione”, dice la sua maglietta nella foto sopra).

Il mio video preferito in assoluto è quello del 2002, nel quale Rémi si infiltra in una finale di campionato, vestito da giocatore. Nessuno si accorge di nulla e lui festeggia con la squadra vincitrice, stringe la mano al Presidente della Repubblica (Jacques Chirac), solleva la coppa e alla fine… firma addirittura degli autografi!

Fantastico anche questo, in cui un ciclista a caso si ritrova a tagliare il traguardo del tour de France:

Celebri anche Mario Kart, l’autovelox umano, l’astronauta… tutti video amatoriali ideati e girati tra amici. Un vero spasso!

Anche se mi sta snobbando, lo devo riconoscere: Rémi è un esempio da seguire, per non mollare di fronte alle difficoltà. Forse la strada giusta non sarà quella che pensavamo, ma se vogliamo raggiungere i nostri obiettivi, non dobbiamo arrenderci!

Commenti

  1. dice

    Non lo conoscevo….ma non so se oggi riuscirò a combinare qualcosa o resterò davanti al video a sghignazzare….quello di Roky è il mio preferito, quando vado al super provo anch’io a correre sul nastro della cassa!

  2. dice

    Ciao!
    Mamma mia, le coincidenze… stanotte ho fatto un sogno che si può riassumere tutto nell’ultima frase del tuo post! Me la scrivo perchè è assolutamente da ricordare!!! ;)))) Grazie! :)
    Un sogno di quelli che quando ci sei dentro ti spaventano… ma alla fine ce l’ho fatta! Sarà un segno???!!! :)
    Voler seguire una strada che pensiamo essere più sicura per noi… essere costretti a cambiarla con un’altra che ci fà paura da morire. Ma trovvare persone che ci incoraggiano (e non sempre coccolandoci, ma proprio spronandoci di brutto!!) e che ci stanno vicini durante la “traversata”. E quando si è quasi arrivati, ma sembra di non farcela, ad un certo punto arriva una spinta da dentro di noi, e ce la facciamo da soli, anche se non avremmo mai pensato di avere tanto coraggio!

    Buona giornata :)

  3. dice

    Non saprei… posso dire che non mi è piaciuto molto senza per questo sembrare una nonna bacchettona? Sarà per lo stesso motivo per cui non amo gli scherzi telefonici o le candid camera, ma credo che prima di giocare con qualcuno si debba prima verificare che questo ne abbia voglia, senza contare che qui a volte si scherza anche con la sicurezza delle altre persone.

    • dice

      Ci mancherebbe… se non ti piace, non ti piace. Io invece trovo che non sia mai irrispettoso, contrariamente ad altri comici. A me fa molto ridere. Ma forse sono di parte ;-)

  4. dice

    Fantastico Claudia!
    Non lo conoscevo, mi hanno fatto davvero divertire i suoi video!
    Un esempio straordinario: lasciare la mente libera da schemi mentali, significa produrre idee geniali!
    Bravo Rámi!

Lascia un commento