10MinYoga
Vi ho parlato nei giorni scorsi dei nuovi progetti in cantiere. Uno di questi è...
Yoga al Mammacheblog
Quante volte mi avete detto che vorreste fare yoga con me? Ecco finalmente una prima...

Ancora sui diritti d’immagine…

 

the readers project

Dopo gli abusi segnalati nei giorni scorsi, continuano a piovere le e-mail, le opinioni, le domande, i consigli.

C’è chi ritiene che pubblicare la foto di un bambino sia una violazione del suo diritto d’immagine. Secondo la legge, il diritto d’immagine di un minore appartiene ai genitori. Legalmente, quindi, ho tutto il diritto di pubblicare le fotografie dei miei figli.

Questo, ovviamente, non significa che sia giusto farlo. Capisco perfettamente chi sceglie di non pubblicare immagini dei propri figli per tutelare la loro privacy. Capisco chi si autodefinisce “una fissata della privacy”.Continue Reading

E non è tutto…

 

Dopo il post sui diritti d’autore sono stata letteralmente sommersa dalle e-mail.

Da una parte, segnalazioni di blog-cloni del mio e di foto rubate. Li sto pattugliando uno ad uno e… no, non intendo linkarli. Gli farei un favore.

Dall’altra, persone che mi hanno citata sul loro blog e ora hanno paura che io stia parlando di loro.

Vorrei rassicurare queste ultime: parlare di me e dei miei lavori sui vostri blog non è reato. Pubblicare una mia foto in un post in cui parlate (rispettosamente) di me e della mia famiglia e linkate al mio blog, non solo è perfettamente legale ma è anche, per me, lusinghiero. Se avete un dubbio in merito, contattatemi pure e concorderemo le modalità di pubblicazione.

Pubblicare una foto di Leonardo in un post in cui si parla di un bambino con i capelli rossi nato da una squallida relazione extraconiugale è illegale, irrispettoso e decisamente di cattivo gusto.

Ispirarvi alle mie creazioni e condividerne il risultato sui vostri blog, sempre citandone la fonte, va benissimo. Anzi, sono io la prima ad incoraggiarvi a farlo e sono felice quando condividete le foto nel nostro gruppo flickr o quando me le inviate tramite e-mail.

Copiare le mie creazioni senza citare la fonte e metterle in vendita alla metà del prezzo (segno evidente che la qualità dei materiali è decisamente inferiore) è scorretto, illegale e soprattutto tristissimo segno di scarsa immaginazione.

A chi chiede a me cosa bisogna fare per tutelarsi non so rispondere. Chiudere il blog o togliere tutte le foto? Per qualcuno può essere una soluzione. A me il mio blog piace così, e così rimarrà. Almeno per il momento. Ovviamente resto all’erta e sono pronta, secondo i casi, ad emettere regolare fattura (o eventualmente denuncia) nei confronti di chiunque si permetta di sfruttarlo per i propri fini.

Ho la fortuna di avere una schiera di lettrici fedeli, pronte a segnalarmi il minimo sgarro. Ringrazio tutte coloro che si sono mobilitate per segnalarmi i vari abusi. Spero che in futuro non ce ne sia più bisogno.

 

 

 

 

Diritti d’autore

Leonardo

 

Dopo i mei tai scopiazzati e i post stranamente somiglianti (e rigorosamente successivi) ai miei, è la volta delle foto.

Questa immagine di Leonardo ha un grande successo. Negli ultimi mesi mi è stata segnalata tre volte su tre siti diversi. Ringrazio Chiara per avermi segnalato l'ultimo abuso in ordine di tempo.

Alla luce di questi fatti, e per rispondere alle domande che spesso mi ponete in materia di privacy, vorrei dire due parole.

Non sono un'esperta in merito, ma questo è il poco che so:

Quando si decide, come ho fatto io, di pubblicare le proprie foto sul web, si può scegliere di sottoporle a licenza. Le principali possibilità sono:

Nessuna licenza: in questo caso le immagini sono di pubblico dominio.

**********

Aggiornato il 18 gennaio. Nei commenti, Nestore mi segnala che:

"Se non
c'è nessuna licenza in ogni caso le fotografie sono tue e non possono
essere copiate. In Italia non serve effettuare alcuna azione, se non
poter dimostrare la paternità dell'opera (se hai il jpg o il raw o la
foto originale sarà facile dimostrarlo).


In poche parole il dafault è che le foto sono protette da copyright: se
uno vuole che le foto non abbiano copyright lo deve indicare
chiaramente, e chi le usa deve farsi rilasciare una dichiarazione.


Quindi hai ragione moralmente e legalmente.


Le leggi di riferimento sono la Legge 22 aprile 1941. n.633 e successive modifiche e la legge 248 del 28 agosto 2000.


Ne trovi un estratto qui: http://www.fotografi.org/legge_diritto_autore.html"

Grazie per queste precisazioni!

**********

Full copyright (tutti i diritti riservati). Se scegliete questa opzione, come ho fatto io, le foto rimangono di vostra proprietà. Il che è comunque relativo: potranno infatti essere eventualmente utilizzate da terzi, citandone la fonte e nel rispetto del contesto nel quale erano inserite.

Licenza Creative Commons (alcuni diritti riservati): in questo caso potete scegliere di limitare l'utilizzo delle vostre immagini, mettendole a disposizione a determinate condizioni (ad esempio "uso non commerciale").

Queste sono le regole. Ovviamente il web è grande e può darsi che le vostre immagini vengano utilizzate da un sacco di gente senza che lo veniate mai a sapere.

C'è chi opta per il watermark o altri sistemi del genere per apporre una "firma" alle proprie immagini.

Personalmente, sapevo fin dall'inizio di non poter mantenere il controllo assoluto su tutto ciò che avrei pubblicato. Mi limito quindi a selezionare immagini non compromettenti, e a tenere gli occhi aperti.

Quando mi viene segnalato un abuso intervengo immediatamente, e finora non ho avuto problemi a far valere i miei diritti.

Per quanto riguarda gli altri eventuali abusi di cui non sono a conoscenza, sono cosciente di non poterci fare nulla e ho accettato i "rischi" che questo comporta. Ho messo la parola "rischi" tra virgolette perché in realtà i miei figli non corrono alcun rischio e questo è, per me, ciò che conta.

In proposito vi invito a condividere, nei commenti, eventuali informazioni aggiuntive, nonché le vostre "politiche" in materia di fotografie e i vostri "trucchi" per proteggerle.

**********

Dimenticavo… per chi non avesse ancora partecipato, tra pochi giorni scade il giveaway di "Nella mia soffitta". Da non perdere!