10MinYoga
Vi ho parlato nei giorni scorsi dei nuovi progetti in cantiere. Uno di questi è...
Yoga al Mammacheblog
Quante volte mi avete detto che vorreste fare yoga con me? Ecco finalmente una prima...

Bilingue per Gioco

Waldorf "babies"

Come già sapete, siamo una famiglia bilingue. Papà francese, mamma italiana,tre figli nati in tre Paesi diversi, qualche crisi di identità

Per noi il bilinguismo è qualcosa di naturale. Ma non è necessario trovarsi un marito straniero per crescere figli bilingui. Su Bilingue per gioco e nell'e-book "In che lingua giochiamo?" troverete molti spunti, informazioni e suggerimenti utili in proposito.

Anche le nostre amate bambole Waldorf possono aiutare i bambini nell'apprendimento delle lingue. Come vi racconto in questo guest post, gentilmente ospitato da Letizia.

Le bambole Waldorf

 

Scarica qui il mio e-book “Come realizzare una bambola Waldorf”

Contiene
cartamodello e istruzioni per creare una bambola come quella nella foto
qui sotto, con maglioncino, pantaloni e pannolino (lavabile!).

*****

 

Cosa sono le bambole Waldorf?


Luce

Le bambole Waldorf (o bambole steineriane) sono bambole interamente fatte a mano, con cura e con amore, usando escusivamente materiali naturali.

“Il fatto che la bambola sia
semplice, morbida e abbia, al posto degli occhi e della bocca, solo due
puntini, dà al bambino la libertà di concretizzare la sua fisionomia
vaga in una rappresentazione personale [...] inoltre la bambola di
stoffa è in grado di modificare, agli occhi del bambino, la sua
espressione a seconda dello stato d’animo”.

Da “Bambini e Bambole”,
Karin Neuschutz


Le prime due bambole che ho fatto per i miei figli da
autodidatta, prima del corso alla scuola steineriana, sono decisamente
bruttine (vedi quella al centro nella foto). Eppure i miei figli le hanno subito adottate, preferendole a
qualsiasi altro gioco, e portandosele a letto, loro che non lo avevano
mai fatto con nessun’altra bambola o pupazzo.


Qualcuno trova strano che un bambino (maschio) giochi con le
bambole. Mi sono sentita dire che questo potrebbe “influenzare” la
futura identità sessuale di mio figlio.


Vorrei rassicurare chi la pensa in questo modo: i bambini, fino
all’età di sette anni, imitano gli adulti che hanno intorno. Un
bambino, maschio o femmina che sia, che passa la maggior parte del
tempo con la mamma, giocherà a passare l’aspirapolvere, a cucinare, a
stirare. A meno che non gli si dia una pistola giocattolo e lo si
piazzi davanti alla TV per permettergli di sipirarsi a modelli più
“virili”.

Un bambino che vede la sua mamma accudire la sorellina (o il
fratellino) giocherà a cambiare la bambola. Mio figlio ha avuto la
fortuna di vedere anche suo padre occuparsi tanto di lui quanto di sua
sorella, ed è proprio con lui che si identifica. Quando mette a letto
il suo bambolotto, questo gli risponde “buonanotte papà”, e non
“buonanotte mamma”.

Leonardo sa di essere un maschio, ma sa anche che
un uomo puo’ occuparsi dei suoi figli senza per questo essere meno
uomo, anzi.


Sono sicura che, un giorno, sarà un ottimo papà.


 

 

 

 

Bambola Waldorf # 6

Finalmente anche questa è terminata! Queste bambole richiedono un lavoro lungo e minuzioso e costituiscono un grande esercizio di pazienza. Inutile dire che vederle terminate è una grande soddisfazione.Continue Reading

Still in progress – Waldorf doll #5

This one is for Gloria. As soon as it is finished, I will start one for Leonardo and this will be their little brother/sister's gift for them. 

Questa bambola è per Gloria. Non appena l'avro' finita ne comincero' una per Leonardo. Riceveranno le loro bambole quando arriverà il loro fratellino/sorellina.
Cette poupée est pour Gloria. Ensuite, je vais en faire une pour Leonardo. Et je leur donnerai pour la naissance de leur petit frère/soeur.

Labels: , , ,