Giochiamo allo yoga!
A quattro anni dalla prima edizione, «Giochiamo allo yoga» è nuovamente...
Mindfulness con i bambini
Qualche tempo fa vi ho parlato della mindfulness, uno stile di meditazione...

Orto e GAS

20130505-124802.jpg

Da quando viviamo in questa terra arida (il prezzo da pagare per avere un clima mite tutto l’anno!) coltivare l’orto diventa sempre più difficile e oneroso. Ci vuole tantissima acqua e lo scorso anno abbiamo pagato una bolletta di gran lunga superiore a ciò che avremmo speso per acquistare la nostra frutta e verdura da un contadino.

Ed è proprio quello che abbiamo deciso di fare quest’anno, tramite un Gruppo di Acquisto Solidale.

20130505-124922.jpg

Così quest’anno è Patrice a coltivare le nostre verdure, rigorosamente biologiche, mentre noi lo aiutiamo a sostenere la sua attività.

A casa abbiamo tenuto le erbe aromatiche e i pomodori, oltre a un po’ di fragole, frutti di bosco e ai nostri alberi da frutto.

E poi una new entry: il goji.

20130505-124907.jpg

E voi, avete piantato qualcosa, nell’orto o sul balcone?

Comments

  1. says

    Proprio ieri peperoni, peperoncini, biete, porri, cipolle, carote, girasoli, insalata nell’orto e coriandolo e basilico sul balcone . Ho un’orto in affitto dal comune da 5 anni , solo 3 metri X 4 ma tanta soddisfazione ogni anno. Domani si va di zucchine e pomodori. Ciao

  2. Sara74 says

    Ciao,
    noi abbiamo un minuscolo giardino e quest’anno abbiamo piantato 2 pinate di pomodori, 1 pianta di sedano, basilico e prezzemolo.
    E’ un esperimento perchè il giardiano è rivolto verso nord e quindi non è molto soleggiato. Vediamo come va e poi se l’esperimento riesce l’anno prossimo aumenteremo la produzione.
    Un abbraccio
    Sara

  3. says

    Io ho sempre vissuto in campagna, tra campi e orti…ora che vivo in città nel mio terrazzo c’è di tutto di più: piante aromatiche, fragole, limone, pesco, noci pesco e kiwi, tutto a misura di vaso ovviamente! Adoro le bacche di goji, se non le confondo con un altro frutto, in Cina le compravo essicate per farci gli infusi…sai dirmi se qui si trova facilmente nei vivai?

  4. says

    Nel mio piccolo NonOrto sul balcone, nonostante imminenti lavori di ristrutturazione della casa, sì! Insalatina, erbe aromatiche varie, borragine per le frittate, ortiche, zucche, zucchine (che faranno solo fiori, ma va benissimo così), pomodori, carote e quallche fiorellino. Ho piantato anche delle ghiande che mi hanno “portato in dono” delle gazze sul balcone (non saprei da dove possano averle portate !!!) e sono nate anche tre piccole querce.
    Che soddisfazione, per una negata come me!
    Per chi desiderasse curiosare, a presto un piccolo post di aggiornamento sul mio blog :)

  5. says

    Io ho il problema contrario! Qui, tra il Po e l’Oglio, continua a piovere, e il nostro orticello familiare (nel senso letterale: ci sta dietro mio suocero, io levo le erbacce e raccolgo i frutti) è un pantano! forse, potrei aver successo piantandoci del riso! L’anno scorso abbiamo avuto zucchine, fagiolini, basilico e pomodori in quantità, insuccesso con peperoni e melanzate, normale raccolto con rucola, prezzemolo, insalata, fragole e spinaci. Usiamo rimedi naturali contro lumache e affini…niente schifezze :-)
    Il mio compagno mi sta costruendo una ziqqurat di legno per le piantine aromatiche, il mio piccolo giardino dei semplici…
    Per il GAS: quando vivevo in Toscana sono stata membro attivo di un GAS, compravamo verdura (ero in appartamento), pasta, carne, prodotti erboristici… poi mi sono spostata vicino a Lucca dove non c’è, qui ce ne sono diversi, piccolini..ma non siamo ancora entrati in contatto…è un progetto per i prossimi mesi (insieme a creare uno spazio dell’orto per le bambine)
    Ciaooo!!

  6. says

    Io non mi sono ancora decisa a prendere qualche piantina da mettere sul balcone… cresce solo la portulaca selvatica, che è infestante e fa tutto da sola! :) Ah, e poi anche la santoreggia, che pure lei cresce dai semi caduti l’anno prima.
    Quando riuscirò ad organizzarmi meglio vedremo.
    E nel frattempo acquisto anche io tramite il nostro Gas…
    Avremmo anche un orto, sempre del Gas, ma quest’anno, per vari motivi, non sappiamo se riusciremo a gestirlo.

    ciao
    Chiara

  7. sere says

    ooooh là!
    finalmente qualcosa di cui mi intendo già: il Gas! ;)
    buongiorno claudia.
    come ti scrivevo qualche commento fa, anche noi facciamo parte di un Gas, che, ho imparato, è uno dei più datati e organizzati della provincia di bs. provenendo dalla provincia di milano io e dal lago mio marito, non siamo mai stati “da orto”, ne da giardino ne da verde in generale a dir la verità ( :( ), e quando sono rimasta incinta, tramite una signora del paese che fa i formaggi col latte delle sue mucche, abbiamo saputo dell’esistenza del Gas, che non avevamo mai conosciuto prima; questo ci ha dato modo di conoscere tante persone prima di tutto, “vere”, disponibili, disinteressate, semplici e di forti principi, e ci ha dato modo di imparare a mangiare sano, di imparare soprattutto a fare attenzione a come si mangia e a quello che si “combina” quando si mangia (rifiuti, inquinamento, ingestione inconsapevole di elementi nocivi, appoggio, attraverso il consumo “tradizionale”, alle grandi multinazionali o a catene industriali non attente all’ambiente e agli animali, come dicevi tu ieri). anche noi abbiamo iniziato con l’acquistare frutta e verdura, senza nemmeno porci, per altro, il problema di coltivarle noi o no avendo solo 1 piccolissimo vialetto d’erba, ma oggi, dopo 4 anni, acquistiamo tramite gas praticamente tutto. i costi non sono risparmiosissimi (io ho solo lorenzo ma faccio la casalinga e lo stipendio è uno soltanto e il mutuo aimè non diminuisce mai!) ma la qualità è sicuramente alta! prodotti biologici certificati a chilometri praticamente zero è già segno di una garanzia di sicurezza genuinità e salute che, pur risparmiando, sicuramente non si ha nei supermercati, rispettando ovviamente chi va a fare la spesa al supermercato. inoltre in questi anni sono state diverse le attività “salvate” o aiutate dai Gas: attività che, convertitesi al biologico, non trovavano riscontro di mercato, con i Gas hanno ripreso l’attività e spesso incrementata e di questo siamo molto fieri!
    è facile sentire che molti pensano che far parte del Gas sia una cosa impegnativa, ma non credo lo sia più di quello che non si vuole, inoltre ormai i gas si trovano dappertutto, esiste per questo anche un sito dove si trovano tutti – o moltissimi – gas esistenti. che tu sappia c’è anche in francese? sarebbe interessante saperlo.
    nel ns paesino praticamente tutti hanno l’orto e anche a me è venuta voglia di iniziare qualcosa, non avendo però lo spazio e le condizioni giuste, mi limito anche io alle erbe: menta, erba cipollina, origano, e adesso devo piantare basilico, salvia e le piantine di semi di lino e girasole che ci hanno regalato. vedremo!
    grazie per i tuoi argomenti sempre interessanti.
    scusa la mia solita llungaggine e prendila come spropositata vogli di condivisione ;)

  8. says

    Anche noi abbiamo un piccolo orto in balcone, ho piantato soprattutto pomodori perchè crescono bene senza problemi, poi erbe aromatiche, insalata, carote, zucchine, fragole e fragoline di bosco .. producono piccole quantità, ma i bambini sono molto conenti di raccogliere e mangiare :)
    In giardino invece ho piantato una pianticella di more … che adoro :)

    ciao
    Maeva

  9. donatella says

    gruppo di acquisto solidale……..come funziona per un orto?ma da un contadino non si può andare a prendere solo quello che serve a voi?

  10. Chiara Iacomuzio says

    Sono anch’io una accanita consumatrice di bacche goji, ma non sapevo che si potesse coltivare la pianta nell’orto di casa! Grazie per il prezioso suggerimento. ;) Quanto al GAS, stavo giusto pensando di organizzarne uno qui nel mio paesello… ;)

  11. says

    Io ho un’azienda agricola bio e quindi nel mio orto c’è di tutto di più ;-), ho fatto parte anche io come cliente e come venditrice di GAS ed è stata un’esperienza bellissima. Mi interessa molto la pianta di goji, dove l’hai comprata ? Grazie Beatrice

  12. says

    Come sempre noi abbiamo melanzane, pomodori, zucchine, cetrioli, rapanelli e insalata.
    Per peperoni, cipolle, carote e aglio la terra del nostro orto non va ben quindi dobbiamo ricorrere ai due contadini che coltivano biologico in paese.
    Comunque qui quest’anno non avremo grossi problemi di aridità O_o

  13. DanielaP says

    quest’anno nella mia inquinata città (ma dal clima mite tipo dove sei tu , dove fa quasi tutto l’anno caldo , ma poi si va nel clima arido ) , sul mio balcone al sesto piano ho arditamente piantato : azalea bianca, rosa rossa., rosa gialla , olivo ; vicino alla finestra avevo già benjamin, tronchetto; in cucina ho sempre : menta , salvia, rosmarino, basilico,….. miio marito mi ha detto alla prossima pinta che entra nell’appartamento , mi trasferisco………;)
    baci

  14. mascia says

    Ciao, proprio ieri ho comprato le mie prime bacche di Goji ed oggi accenni proprio a loro. Mi sono affidata alla mia erborista di fiducia che, oltre ad avermi consigliato tanti rimedi naturali ai malanni della primavera che non arriva (e diventan malanni proprio perchè non arriva). Ti seguo da parecchio tempo ma devo dire che ultimamente, causa cambiamento generalizzato nel mio stile di vita, mi ritrovo in tutto quello che vivi… yoga, cibo naturale, ora cibo crudo, orto, GAS…..
    a proposito di GAS, sono iscritta da inizio anno a quello del mio paese (provincia di Milano) e sai cosa c’è? Ho scoperto il vero sapore di tante verdure….. (hai mai provato il vero gusto degli spinaci?), l’arte di lavare (con soddisfazione) le verdure, tagliarle e riporle in frigor pronte all’uso….sebbene abbia anche io l’orto in giardino e l’anno scorso trovassi Filippo, mio figlio di cinque anni, sdraiato a raccogliere i lamponi dalla pianta, laddove non vi arrivava da posizione eretta….. E’ una soddisfazione incredibile! Baci. Mascia
    Per la cura e l’igiene poi mi affido ai meravigliosi prodotti creati da due farmacisti di Pesaro (La Saponaria sas) che hanno fatto del biologico una vera e propria passione… Ma ci pensi come sarebbe il mondo se tutti noi applicassimo uno stile di vita sano e naturale?….

  15. says

    pomodori a grappolo e a cuore di bue, zucchine chiare e zucchine a trombetta liguri, tante coste, zucca e poi abbiamo i peri, i kiwi, il ciliegio, l’uva, e il fico.

    Se ogni giorno per noi è un miracolo vedere spuntare da un fiore un frutto per i bambini, almeno per i miei, è una vera e propria magia. Delle volte si guardano, poi guardano il frutto attaccato alla pianta e non si capacitano. Ed’ è giusto che sia così, vorrei che rimanesse loro quello sguardo negli occhi per tutta la vita.

    Gine

  16. says

    noi abbiamo piantato pomodori, melanzane , insalate, fagiolini , zucche e zucchine e poi tanto basilico…per il pesto!
    lo scorso anno abbiamo fatto cento barattoli di pesto e ormai siamo quasi agli sgoccioli…..
    Ma anche la zucca per le spugne e per il secondo anno l’okra.
    E poi le solite piante da frutta (albicocco, ciliegio, pruno, kiwi, lamponi e fragole) …ma quelle richiedono poco lavoro…
    Noi non abbiamo il problema dell’acqua salvo il mese di agosto (periodo in cui razionano l’acqua in molte aree della Liguria)

  17. daniela says

    Anche noi abbiamo appena piantato il goji!!
    E poi zucchine, insalata, coste, pomodori, sedano e fagiolini.
    Poi supplementiamo con le verdure del contadino.

  18. says

    Claudia, tu sei il nostro cliente tipo. Noi abbiamo una micro-azienda biologica, insomma siamo i tipici contadini che seppur senza marchio bio (ma abbiamo il Slow food e Demeter che è quello biodinamico) vendono la verdura sia a clienti individuali che GAS. Che proprio domenica ci invaderanno con i loro bambini. Ogni settimana io e il mio compagno partecipiamo a conferenze, mercatini, assemblee, scriviamo sui giornali, viene la Linea Verde spagnola a trovarci, tutto per far capire che questa è l’economia del futuro, locale mica globale a comprare banane ecologiche che arrivano dal Nicaragua e chissà che avranno di ecologico se hanno fatto 10mila km in aereo in camere di congelazione.

    E poi facciamo i corsi di agricoltura sui balconi che hanno molto successo e siamo contenti che ci sia gente che seppur al settimo piano, abbia due lattughe e 4 pomodori.

    Poi si, noi qua a Valencia, che è quasi Africa, soffriamo molto il caldo, in luglio arriviamo tranquillamente a 42 gradi. Ma sono soddisfazioni. Acqua a litri prima che inizino le pioggie di settembre (la gota fría!) . E andiamo avanti così, lottando ogni giorno senza domeniche, senza orari durante il giorno e nostro figlio così….seguendo le orme del padre….

  19. says

    Acqua e tanta fatica. L’orto sarebbe la mia passione, ma vedo mio padre, lui se ne sta tutto il giorno là nel suo orto, perché è un po’ come un bambino, va seguito regolarmente e non basta nemmeno quello. I contadini, fin che ci sono loro, questo mondo esisterà, poi chissà. Per quanto mi riguarda, quest’anno che ero come al solito partita in pompa magna, mi sono accontentata di basilico, salvia, timo, rosmarino, liquirizia (new entry profumatissima) e dell’origano (che pero’ è già morto). All’ike c’erano certi vasi pieni di pomodorini che ero tentata di vederli sulla mia terrazza. Poi ho pensato… troppo traffico. Il mio fisico si è fatto dolorante, spero sia solo per un periodo perchè non ne posso più di litigarci. Un bacio, buona biciclettata e divertiti al lavoro. xo

  20. says

    Be, io non potrei stare senza orto. Ho piantato di tutto un po’ anche se quest’anno è un disastro! Non cresce niente, piove troppo (il problema opposto al tuo!!!). E poi abbiamo piantato sei nuovi alberi da frutto.
    Anche noi tutti rigorosamente biologico e biodinamico!
    Bacioni
    Francesca

  21. Eufemia says

    Lattuga,pomodorini ciliegia,basilico,prezzemolo,rosmarino,zucchine,carote,peperoncino,fave e piselli…tutti semi bio messi in vaso,forse troppo anticipatamente…a metà aprile,qualcosina esce già…ma temo per le mie prime sperimentazioni!Speriamo!

  22. says

    io purtroppo ho solo un balcone…. però ho piantato un pomodoro verde gigante, una melanzana e un buon numero di aromatiche, senza contare la pianta di limoni e quella d’arance…..insomma anche in poso spazio tento di levarmi qualche soddisfazione! peccato per il tuo orto…. comunque sei riuscita a mantenere un pò di piante lo stesso!! ;)

Lascia un commento