Tutti i nostri Lavoretti di Halloween
Sono tanti i progetti a tema Halloween che abbiamo condiviso nel corso...
Costumi di Halloween [Last Minute] Fai-da-Te: Il Diavoletto
Mentre leggete sono in viaggio verso Roma. Tornerò a casa mercoledì,...

Zuppa di Cipolle alla Francese

In queste piovose sere d’autunno, ci coccoliamo con uno dei nostri piatti preferiti: la zuppa di cipolle alla francese, con i suoi deliziosi crostini al formaggio.

La ricetta, da noi leggermente reinterpretata*, è tratta dal libro “Brasseries Bocuse – 80 Recettes”:

Ingredienti:

6 grosse cipolle

60 g di burro

1 cucchiaio di farina

1 litro e mezzo di brodo di pollo

1 bouquet garni (un mazzolino con prezzemolo, timo, alloro)

Sale e pepe

Mezza baguette per i crostini

300 grammi di gruviera grattugiato

(Le dosi sono per sei persone)

Procedimento:

Riscaldate il forno a 150°

Sbucciare e tagliare le cipolle

Nella pentola, far sciogliere il burro. Aggiungere le cipolle tagliate e farle dorare. Mescolando, aggiungere la farina. Lasciar cuocere due minuti poi aggiungere il brodo e le erbe, e portare ad ebollizione. Lasciar cuocere a fuoco basso per 30-45 minuti poi togliere dal fuoco e condire con sale e pepe a piacere. Togliere il mazzolino di erbe. Tagliare il pane a fettine sottili e farlo dorare al forno.

Versare la zuppa in una zuppiera, ricoprire la superficie di fette di pane tostato, ricoprire di gruviera grattugiato e far gratinare al forno per 20 minuti (o fino ad ottenere una crosta dorata).

Cosa ne dite? Per me è il migliore dei comfort food in questa stagione!

***

*Noi facciamo molti più crostini, che facciamo cuocere in forno separatamente, con il formaggio grattugiato, per poi metterli nella zuppa all’ultimo momento.

Commenti

  1. dice

    adoro la zuppa di cipolle. Ma non sono ancora riuscita spiegare al mio marito che oltre che la cipolla puzzolente fa bene alla salute è anche buona!!! E come potete immaginare mia figlia visto papa che “snobba” la cipolla non ne voule sapere nemmeno lei.Speriamo che la più piccola prenderà da me. Magari se frullassi le cipolle e aggiungendo un po di patate le potrei spacciare per zuppa di patate. Ma dovrei mandare mio marito a mangiare dalla mia suocera :-)))))

  2. sere dice

    forza dai, uccidimi definitivamente dicendomi che la tavola che si vede nelle foto, con zuppiera, posate sistemate da entrambi i lati del piatto, la tovaglia candida e le candele è la vs tavola di tutti i giorni, così mi sentirò ancora + miserrima di quanto già non mi senta! :)
    buona giornata!
    S.

    • dice

      Questa è la tavola di quei giorni in cui sento il bisogno di circondarmi di cose belle e buone per affrontare il freddo, il buio e la pioggia. Detto questo, la nostra tavola quotidiana è molto più semplice ma ci sono sempre le candele (da settembre a febbraio) e le posate messe bene: abbiamo insegnato ai bambini ad apparecchiare come si deve e loro sono fieri di farlo.

      • dice

        Tutte le sere d’autunno e d’inverno ci sono le candele sulla tavola…?
        E’ una cosa meravigliosa… è un segno dell’amore e della cura con cui vivete il vostro essere famiglia… sono commossa…

  3. Elena dice

    La zuppa di cipolle è uno dei miei piatti invernali preferiti!!!! Io la faccio con cipolle bianche e metto i crostini dorati con formaggio sul fondo della zuppa!!! Peccato che sia l’unica ad apprezzarla in famiglia! YUM!

  4. dice

    La soupe à l’oignon!!!!!
    La adoro, uno dei piatti francesi più deliziosi. Anch’io la preparo spesso, anche se in versione vegan, purtroppo però devo sempre cucinare qualcosa a parte perchè i miei bambini non la amano. Ai tuoi piace? Mi unisco alla domanda di Sere. Dimmi che quando hai scattato quelle foto ti trovavi al ristorante, ti prego!

  5. PolvereDiStelle MakeUp dice

    Non conoscevo il tuo blog ma ora che l’ho scoperto,mi iscrivo volentieri..e’ carinissimo e mi piace davvero!!!!Se vuoi dare un’occhiata al mio spazio,le porte sono aperte: qui!

  6. dice

    che meraviglia!!!
    una domanda tecnica: a mio marito i formaggi non piacciono, si salva solo il grana…dici che funziona lo stesso al posto del gruviera???
    visto il tempo fuori dalla finestra avremo un bel po’ di sere per prepararlo…
    :(

  7. marta dice

    Ciao Claudia,
    è la prima volta che ti scrivo.
    Mi permetto di farti una domanda: ma se non hai il mazzolino di erbe fresche si possono usare quelle essiccate?
    Io ho dell’alloro che ho seccato e sbriciolato e il prezzemolo in freezer…però poi rimangono i pezzetti…mah…

    Qui diluva, e ho proprio delle belle cipolle da usare!

    Complimenti per tutto, mi piace leggerti.
    Le tue foto così belle e calde.

    Buon venerdì

    Marta

  8. dice

    Bellissima ricetta, comfort food perfetto. E la tavola… beh, sa di calore, di armonia, di come dovrebbe essere una casa. La trama della tovaglia mi piace moltissimo.

  9. Enzy dice

    Non l’ho mai provata. Credo che la preparerò. Complimenti per la tavola. Da me è un pochino sistemata prima, dopo sembra che ci hanno mangiato i vitelli! Bella anche l’idea delle candele accese, danno tanto calore al cuore.

  10. barbara dice

    per me il massimo d’autunno e inverno è la zuppa di zucca…da poco scoperta con una spolverata di cannella…mmm
    ah e poi anche da noi le candele o il diffusore di aroma sono sempre accese di sera…

  11. daniela dice

    Concordo su tutto (come mai con te mi succede sempre?), la zuppa di cipolle mi piace molto e la trovo anche digeribile. In quanto alla tavola e alle candele questo è un mio cruccio perchè in tanti anni non sono riuscita a far capire a mio marito quanto sia gradevole, pur nella semplicità e senza esagerazioni, avere una tavola ben apparecchiata e una candela accesa. Capire è il verbo sbagliato, a lui proprio non importa. Tra l’altro purtroppo mangiamo in una piccola cucina abitata da frigo e lavatrice, figurati un pò…Le tue belle foto me le guardo con grande gioia.
    Un abbraccio, daniela

  12. dice

    non mi dire che con tre bimbi piccoli prepari la tavola così :-O io non caccio l’argenteria buona da quando sono nati! buon appetito comunque la zuppa di cipolle non sò se mi piacerebbe però un crostino lo mangio volentieri grazie :-)

    • dice

      Argenteria? Io nemmeno ce l’ho! I miei bambini non sono poi così piccoli e in genere la tavola l’apparecchiano loro. Come dicevo sopra, non apparecchiamo tutti i giorni così, ma lo facciamo sempre con cura e con attenzione, e non mancano mai le candele.

  13. valentina dice

    ciao mi chiamo Sofia e ho otto anni. a me non piacciono le cipolle, ma alla mia mamma si. mia mammma ha comperato il libro di yoga eio lo ho fatto vedere alla mia maestra che si chiama Anna Paola……baci baci Sofi………

  14. arianna dice

    Io la adorooooo!!! Però la faccio un pò diversa, perché a Parigi l’ho mangiata così: metto la zuppa nelle ciotoline e sulla superficie di ogni ciotola appoggio i crostini, una spolverata su tutta la superficie ( crostini compresi) di groviera e via sotto il grill per qualche minuto, finché il groviera si fonde…..quasi a fare da ‘tappo’ tra zuppa e l’esterno.Che delizia, che ‘comfort food’….
    Mi hai dato grandi spunti per la settimana, e anche la ragazza della zuppa di zucca mi ha aiutato con i prossimi menù!
    Un saluto!
    Ari

  15. marina dice

    Il piatto preferito da mio marito da sempre, praticamente dal nostro primo viaggio insieme in francia, ancora fidanzati, 16 anni fa. Da allora se la gusta ogni volta che può e la offre alle cene con gli amici, con apprezzamenti alterni. Domani sera gliela preparo ( è da un mese che me la chiede, ma in questo periodo gli sto propinando zucca in tutte le salse!), anche perchè piace anche ai nostri figli.
    Grazie.
    Marina tri-mamma

  16. beatrice dice

    ciao claudia, per la zuppa che tipo di cipolle usi? bianche, dorate o rosse? nelle ricette che ho trovato online non è mai specificato, credo che vadano bene le dorate, fammi sapere, ciao buon we

  17. beatrice dice

    grazie claudia, alla fine ho comprato quelle dorate, volevo preparare la zuppa per stasera ma il clima di festa di questa sera, in Italia, soprattutto a Roma da cui ti scrivo, mi ha distolta dal preparare la zuppa…

    hai visto… la zuppa francese ha portato fortuna all’Italia!!! (ovviamente è un personalissimo punto di vista)

Lascia un commento