Tutti i nostri Lavoretti di Halloween
Sono tanti i progetti a tema Halloween che abbiamo condiviso nel corso...
Costumi di Halloween [Last Minute] Fai-da-Te: Il Diavoletto
Mentre leggete sono in viaggio verso Roma. Tornerò a casa mercoledì,...

Lezioni di…

Ho letto un’infinità di libri, articoli, post, su “come scegliere lo sport adatto per tuo figlio”.

Per quanto interessanti, si sono tutti rivelati inutili per noi. Perché Leonardo e Gloria hanno già le idee ben chiare. Le loro passioni e predisposizioni sono così marcate ed evidenti da non lasciare ombra di dubbio.

Che Gloria abbia lo spirito di una ballerina classica lo si capisce alla prima occhiata.

Inizialmente non ero convinta di farla iniziare quest’anno: in fondo è ancora piccola. Ai miei tempi si iniziava a sei anni. Poi mi sono lasciata tentare da una lezione di prova.

A dir poco… commovente. I suoi occhi brillavano di gioia. Il suo volto era radioso. Sprizzava gioia da tutti i pori.

L’insegnante è davvero una persona meravigliosa. Dolce, paziente, piena di fantasia. Niente a che vedere con la rigidità dei miei ricordi di bambina.

Inutile dire che ormai quello della danza è diventato un appuntamento fisso.

Lezioni di danza

Lezioni di danza

Lezioni di danza

Coprispalle da ballerina

Leonardo invece ha scelto la capoeira. O meglio, Leonardo pratica la capoeira da… praticamente da quando è nato.

Lo scorso anno lo abbiamo iscritto a scuola di calcio, ma dopo l’entusiasmo delle prime volte il suo interesse è andato scemando.

Poi abbiamo assistito ad uno spettacolo di capoeira, che lo ha letteralmente stregato.

Noi non abbiamo avuto dubbi: Leonardo è fatto per la capoeira, e la capoeira è fatta per Leonardo. E’ perfettamente a suo agio e può canalizzare le sue energie nel modo che più gli si addice.

Anche qui ci è andata bene: l’insegnante è davvero uno “giusto”: sa coinvolgere i bambini, divertirli e stimolarli.

Lezioni di Capoeira

Lezioni di Capoeira

Lezioni di Capoeira

Inizia per entrambi una nuova, entusiasmante avventura…

Commenti

  1. Debora dice

    Ciao cara Claudia.che foto meravigliose! poi Gloria ha veramente gli occhi che parlano!!! Pensa che io ho pensato di far provare ad Ale il judo ( ovviamente data l’età si tratta di un avvicinamento a tale disciplina) perchè sembra sia uno sport indicato per bambini un pò troppo vivaci. Propio oggi dovevo portarlo alla prima lezione di prova e quando è tornato dalla Materna aveva 38 di febbre!!! SIGH! che sfortuna. ciao Debora

  2. Debora dice

    scusa sono ancora io…ma il coprispalle di Gloria lo hai fatto tu? è stupenda vestita così…complimenti ai figli e alla mamma. Debora

  3. dice

    La cosa migliore è indubbiamente assecondare l’interesse dei bambini.
    Se poi hanno gli occhi che brillano come i tuoi piccoli…non ci sono dubbi!
    Ciao! Giulia

  4. dice

    Che bella dev’essere la capoeira da piccoli! Qui a Pavia c’è una scuola abbastanza grande: quando i miei saranno più grandi, magari li porterò a uno spettacolo e mi informerò se ci sono corsi per i piccoli, se a uno di loro piacerà.

  5. dice

    2 attività stupende: la danza classica era la mia passione da bambina (non ho potuto praticarla per motivi di salute) e la capoeira è una forza della natura! Anche noi stiamo cercando di capire le “tendenze” artistiche/sportive di Anita: lei si è innamorata di Kung Fu panda e delle dimostrazioni di ginnastica ritmica con palla e nastro. Vedremo…

  6. dice

    Sono bellissimi! Emanano gioia da tutte le parti! Si vede che stanno facendo qualchecosa che li appassiona.
    Concordo con quello che scrivi: è importante che siano i piccoli a scegliere, così si è sicuri che decidano per una cosa che sentano con il cuore. Un qualcosa che non farà difficoltà a diventare una loro passione. Se è una scelta dettata da noi adulti, a mio parere, si può correre il rischio che non amino l’attività perchè vissuta come una imposizione e non come gioco. Buon we

  7. dice

    La capoeira é bellissima,quando ero in Brasile a “lavorare” nella favela di salvador de Bahia,siamo andati a vedere un paio di spettacoli..molto coinvolgenti,pieni di energia pura..!!l’ ideale per un bambino per sfogarsi in allegria!
    Daniela

  8. dice

    Gloria è me-ra-vi-glio-sa e Leonardo semplicemente stupefacente.
    come al solito dalle tue foto traspare l’immenso amore che hai per loro.
    un abbraccio a tutta la famiglia, compreso l’ultimo arrivato.
    ele

  9. Giulia dice

    Forse te l’avevo già scritto in qualche altro post, o forse l’ho solo pensato….non ricordo….ma le espressioni di Gloria mi ricordano tantissimo quelle della mia Claudia! Si vede da quegli occhietti un po’ timidi ma radiosi della serie: è proprio quello che desideravo!!!! Sicuramente la danza la sta coinvolgendo tantissimo! Per la mia Claudia il discorso sport è un po’ diverso, non ho ancora visto nei suoi occhietti questo tipo di emozione nel praticare un’ attività, per cui per quest’anno niente….non vorrei forzarla a fare qualcosa che poi non la entusiasma! Quando sarà il momento sono sicura che me lo farà capire! Complimenti al tuo Leonardo per l’agilità! Un abbraccio
    Giulia

  10. dice

    Dalle espressioni radiose si direbbe proprio che hanno trovato la loro dimensione… Be ha provato vari sport: a 5 anni danza, poi 2 anni di ginnastica artistica, 1 anno di nuoto … è approdata per sbaglio a pallavolo e non ha più cambiato, questa è la sua disciplina (nonostante le slogature ogni 2×3 … ma anche con il piede fasciato come in questi giorni non ha voluto perdere gli allenamenti, fosse anche solo stare in panchina ad assistere!), il Mostrillo e il Generale dovevano iniziare quest’anno Arti Marziali (dopo nuoto e calcio) ma per il momento è tutto rimandato, visto che il Mostrillo ha avuto l’insana idea di avere un incontro ravvicinato con gesso e stampelle (niente di grave, si è fratturato il pollice…) perciò s’inizierà a data da destinarsi … con gran sollievo della mamma che per il momento non dovrà assumersi anche quest’incombenza. Bacioni e buon w.e.

  11. dice

    Ciao Claudia,
    In effetti ci sono mille teorie sugli sport da far praticare ai figli, ma sono convinta che alla fine lo sport ideale sia quello che li soddisfa sul piano emotivo e li impegna fisicamente: in pratica, quello che scelgono loro.
    Personalmente, ad esempio, non amavo molto l’idea del calcio per i maschietti, e ho provato con il karate. Ma i miei Giorgio e Marco si annoiavano e sprizzano invece felicità quando corrono dietro a una palla… quest’anno li ho iscritti a una scuola di calcio, e loro sono contentissimi delle loro scarpe con i tacchetti, della divisa, degli allenamenti, dell’allenatore (che non devo chiamare allenatore, ma mister :)).
    Caterina, invece, amava l’idea della danza, ma non praticarla: ci ha provato un paio di anni, ora ha scelto il volley, ed è molto più soddisfatta.
    Credo che sia molto giusto quello che sottolinei tu: specie per i più piccoli a volte si tratta di trovare l’insegnante giusto, quello che coinvolge, diverte e li sa prendere anche con la giusta dolcezza.

  12. dice

    oh, finalmente due bambini che fanno sport che piacciono.
    claudia, ti seguo da un po’ e credo che la tua famiglia abbia una profondita’ nel meditare ogni piccola cosa, invidiabile e sopratutto che da’ molti frutti. raramente vedo genitori pensarecosi’ tanto ai propri figli e…capirli al volo!
    bravi voi e bravi ballerini :)
    sara

  13. dice

    Gloria è meravigliosa… Ho fatto danza classica per nove anni e l’adoravo. Ho smesso per una patologia incurabile alle cartilagini dei piedi e ho pianto tanto, tanto, tanto. Proprio quell’anno, pensa un po’, avevo vinto una borsa di studio per frequentare la Royal Ballet di Londra… Non era destino, dai!!! Mettiamola così. E’ il grande rimpianto della mia vita!!!
    Forte la Capoeira… Ho conosciuto a Roma un maestro brasiliano di capoeira che mi ha fatto un’impressione straordinaria: forza, gioia, energia.
    Ottime scelte!!! Bravi i tuoi bimbi.
    Marta si è appassionata al Funky. Questo è il terzo anno e vuole farlo per i prossimi cent’anni!!! Giovanni vuole solo giocare a golf… Quest’anno tenterà di prendere l’handicap!!!
    Un abbraccio
    Francesca

  14. dice

    Ciao! Ho scritto un paio di volte nei tuoi commenti, ti leggo sempre, e anche se non sono mamma e non ho in programma di diventarlo in tempi brevi (poi però non si sa mai…), mi piace sempre tenermi aggiornata sul tuo blog!
    Ho fatto capoeira per un anno, a Trento, dove abitavo.
    Ho ricominciato ora, qui a Bruxelles, e solo ora che ho ripreso mi rendo conto di quanto mi mancava.
    Capisco la passione che muove leonardo, e ti auguro che non sciami. La capoeira è davvero uno spettacolo, come movimenti, musica, pensiero, arte e coinvolgimento!
    Mi hanno spesso detto “La capoeira è per tutti, ma non tutti sono per la capoeira”; se lui ha la fortuna di poter farne parte, gli auguro che possa vivere questo coinvolgimento con profonda gioia!
    Roda!

  15. dice

    Io ho iniziato danza a 4 anni, e mi piaceva davvero tantissimo. I miei mi hanno costretta a rinunciarvi a 14 (secondo loro il liceo doveva essere il mio unico pensiero), con mio grandissimo dispiacere.
    Il mondo della danza è magico: disciplina, arte, euforia, fatica… ti insegna tantissime cose.

Lascia un commento